Ti trovi in: Home > Articoli dai professionisti > Non Rinunciate all’uovo Di Pasqua

NON RINUNCIATE ALL’ UOVO DI PASQUA

A cura della dr.ssa Viviana Meli - Zona Roma

 

viviana meli

 
Il periodo post pasquale ci lascia quasi sempre qualche “regalo”: uno o due chili in più e la digestione più rallentata. Pranzi e cene abbondanti, delizie , dolci, senza contare l’ eccesso di alcool, tutte abitudini che comportano carichi calorici abbastanza rilevanti. Ma, non è giusto rinunciare all’ uovo di Pasqua! L’ uovo di Pasqua è composto da cioccolato; il cioccolato si trova al primo posto nella lista dei cibi più “ desiderati”.
Secondo molti studiosi, il cioccolato sarebbe una specie di antidepressivo, in quanto indurrebbe la produzione di endorfine, sostanze in grado di stimolare il buonumore, di agire contro il dolore e di
svolgere un’ azione contro gli inibitori della serotonina ( neurotrasmettitore). Mangiare quindi questo gustosissimo alimento, oltre a soddisfare le papille gustative, significherebbe aiutare il nostro organismo ad avere un piacevole stato di euforia!


Cosa contiene il cioccolato?
Il cioccolato è sicuramente uno dei cibi più consumati ed apprezzati al mondo, ma quanti sanno veramente cosa contiene?
Il cioccolato contiene cacao, conosciuto dagli antichi Maya che lo consideravano un dono degli dei, il cacao fu importato dal sud America. Era apprezzato a tal punto che il naturalista C. Linneo lo
definì “ Teobroma”, cioè cibo degli dei. È costituito da carboidrati e da lipidi, questi ultimi rappresentati essenzialmente da acidi grassi saturi: ac palmitico, ac. myristico, ac.laurico e ac. stearico. Recenti studi hanno dimostrato che l’ acido stearico non faccia aumentare i livelli di colesterolo e LDL, a differenza degli altri grassi saturi. Altra notizia che sarà gradita dai più golosi è che ,essendo un prodotto di origine vegetale, è completamente privo di colesterolo. Il cioccolato contiene inoltre alcuni antiossidanti, come i polifenoli, la teobromina, il tannino, che esercitano effetti benefici sulla circolazione sanguigna attraverso un’ azione vasodilatatrice. Esso contiene anche proteine, alcune delle quali ricche di tiroxina, un amminoacido che viene utilizzato dal nostro organismo per produrre dopamina, un ormone che induce un senso di benessere.
Ma, non dimentichiamo che contiene anche caffeina, sostanza contenuta in numerosi alimenti a largo consumo, come caffè e thè, aventi proprietà stimolanti il sistema nervoso ed è quest’ultima
insieme alla teobromina la causa di un fastidioso bruciore retrosternale che può presentarsiad alcune persone dopo aver assunto della cioccolata; infatti esse provocano un rilasciamento di alcuni
muscoli, tra cui anche quelli dello stomaco, con passaggio del contenuto dello stomaco nell’ esofago.

 

Alimenti in cui troviamo caffeina e teobromina:
caffeina,mg teobromina,mg
o cacao, 50 g 9-17 118-138
o cioccolato al latte, 50 g 2-30 85
o cioccolato fondente, 50 g 10-60 250
o caffè, 150 ml 40-180 -
o coca cola ,150 ml 18 -
o thè, 150 ml 20-90 1

 

Ecco da cosa è composto il cioccolato(fondente):
valori per 44 g
· Calorie 210,76 kcal
· Carboidrati 27,76 g
· Lipidi 13,20g
· Proteine 1,85g
· Fibre 2,60g
· Calcio 14,08mg
· Ferro 1,38 mg
· Magnesio 50,60 mg
· Fosforo 58,08 mg
· Potassio 160,60 mg
· Sodio 4,84mg
· Zinco 0,71 mg
· Rame 0,31 mg
· Magnesio 0,35 mg
· Selenio 1,36 mcg
· Tiamina 0,02 mg
· Riboflavina 0,04 mg
· Niacina 0,19 mg
· Ac.Pantotenico 0,05 mg
· Vitamina B6 0,02 mg
· Folati 1,32 mcg
· Vitamina A 0,88 mcg
· Vitamina E 0,52 mg
· Caffeina 27,28 mg
· Teobromina 213,84 mg


Nonostante tutti questi effetti benefici, non bisogna dimenticare che la cioccolata ha la caratteristica di possedere un’ elevata quantità di calorie, cosa che dovrebbe distogliere dall’ abuso chi ha qualche chilo di troppo. Quindi, cosa fare dopo Pasqua? Per prima cosa è bene, almeno per una settimana, eliminare completamente tutti gli alcolici perché l’ alcool produce calorie. Inoltre è meglio preferire alimenti facilmente digeribili e cotti in modo da non stimolare troppo lo stomaco e lasciarlo un po’ a riposo. Particolarmente indicata è la verdura. Si consiglia pertanto di assumere molte verdure, sia crude che cotte, soprattutto barbabietole, carciofi, broccoli, cavolfiore, patate, verze, finocchi, porri, cipolle e spinaci, per via del loro effetto diuretico. Per quanto riguarda la frutta, è importante consumare non più di tre frutti al giorno e possibilmente scegliere arance, ananas, banane e kiwi.

Progetto by Solutions s.n.c di Furnari e Matrone - Via Alessandro Volta 1/1, 42123 Reggio Emilia
Registro Imprese di Reggio Emilia - P.IVA 02109150355 REA 252330

Tel: 0522 791763 FAX 0522 365864
Email: info@solutionsnet.it |  Privacy

Piede di pagina